Impianti di nanofiltrazione

div class=”wrapper”>





La Nanofiltrazione viene spesso utilizzata per il trattamento di acqua potabile e acqua di processo industriale.

Acqua potabile
Riduzione di solfato, cloruro, fluoruro e addolcimento parziale senza l’uso di prodotti chimici di rigenerazione

Acque di processo industriale
Addolcimento parziale e riduzione del colore e humus da acqua di superficie, ad esempio viene utilizzata in aziende siderurgiche e cartiere.

Differenza tra Nanofiltrazione e osmosi inversa

L’osmosi inversa è tipicamente utilizzata per demineralizzazione delle acque, poiché questo metodo di filtrazione comprende il più ampio campo di applicazione (vedi schema).
La Nanofiltrazione, invece, viene applicata al fine di ridurre le componenti indesiderate in tutto o in parte.
A differenza dell’osmosi inversa, la nanofiltrazione applica una pressione inferiore, tipicamente sotto i sette bar, con conseguente minore consumo di energia rispetto ad un impianto di osmosi inversa con la stessa produttività.

Nanofiltrazione 03-24 tipo di impianto con una portata di 24 m³ / h.

Usato per la riduzione di solfato nelle acque sotterranee.

È inoltre necessario scegliere un impianto di nanofiltrazione su un impianto ad osmosi inversa, se si desidera una certa durezza, perché una demineralizzazione totale rende l’acqua aggressiva e porta a problemi di corrosione della rete di alimentazione.

Progettato per le vostre esigenze
Idropan offre una vasta gamma di prodotti di unità di nanofiltrazione completamente automatici e modulari che rendono possibile creare impianti personalizzabili sulle richieste dei clienti.

La tecnica

Nanofiltrazione è una tecnologia a membrana, che nella sua modalità di funzionamento e la costruzione è molto simile all’osmosi inversa. Una membrana di nanofiltrazione trattiene soprattutto gli ioni bivalenti e grandi molecole. Quando si utilizza come processo di filtrazione, l’unità di nanofiltrazione è posto tra osmosi inversa e ultrafiltrazione – vedere il diagramma.